fbpx
Crea sito

All’asta il primo pc Apple costruito direttamente da Steve Jobs: il prezzo è da capogiro

Apple I era un computer formato da pochi componenti, dunque abbastanza economico. Aveva alcune caratteristiche innovative per l’epoca: innanzitutto poteva essere collegato a una tv, in più aveva un sistema di memorie (rom) che ne semplificava l’accensione. Estetica e design, invece, sarebbero arrivati in futuro, ma ne furono venduti 200: non male come inizio.

Un computer costruito dal fondatore di Apple Steve Jobs nella seconda metà degli anni ’70, e ancora funzionante, è stato battuto all’asta ad una cifra che si stima superiore ai 300mila dollari. Si tratta di un Apple I, il primo pc della Mela morsicata, che Jobs assemblò di persona in circa 200 esemplari tra il 1976 e il 1977. Attualmente si pensa che in circolazione ne rimangano una sessantina. L’Apple I andrà in vendita a settembre tramite la casa d’aste RR Auction di Boston. Completo di accessori originali, tra cui una tastiera e un monitor Sanyo, il computer è stato testato da Corey Cohen, un esperto di macchine Apple, che lo ha messo in funzione e ha redatto un rapporto sulle condizioni tecniche del dispositivo.

Primo passo dell’azienda che di recente è arrivata a una capitalizzazione di mercato di mille miliardi, l’Apple I consiste in una scheda madre assemblata, da utilizzare collegando schermo, tastiera e alimentatori. All’asta il prezzo potrebbe salire ben sopra i 300mila dollari. Nell’agosto 2016 Charitybuzz ne aggiudicò uno, raro perché mai usato, a 815mila dollari, mentre nel 2014 un esemplare era stato venduto a 910mila dollari dalla casa d’aste Bonhams a New York. Più di recente, nel giugno 2017, un Apple I è stato piazzato da Christiès a 355mila dollari.ù

Via Il Messaggero

Copy link
Powered by Social Snap