fbpx
Crea sito

Viene spento l’ultimo supercomputer IBM STRETCH

Il 5 settembre 1980 viene spento, dopo anni di onorato servizio alla Brigham Young University, l’ultimo supercomputer mainframe IBM 7030, o STRETCH.

L’ultimo computer mainframe IBM 7030, o STRETCH, viene stato ritirato dalla Brigham Young University. STRETCH fu il risultato di un intenso progetto di ricerca e sviluppo avviato da IBM nel 1955. L’obiettivo: costruire un supercomputer da 100 a 200 volte più potente di qualsiasi altra cosa ancora costruita. Nonostante non riuscisse a eguagliare le prestazione dell’ELEA 9003, il primo cliente fu il Los Alamos Scientific Laboratory (gestito dalla Atomic Energy Commission), che stava progettando armi atomiche.

STRETCH ha impiegato sei anni a essere realizzato; il primo fu consegnato a Los Alamos nel 1961. Vennero “allungate” (stretched) molte caratteristiche:

  • il primo importante prodotto IBM a utilizzare transistor anziché tubi a vuoto,
  • grandi unità disco veloci con più bracci di lettura / scrittura (32 MB) e Il 5 settembre 1980 viene spento, dopo anni di onorato servizio alla Brigham Young University, l’ultimo supercomputer mainframe IBM 7030, o STRETCH. memoria magnetica ad alta velocità (2 MB).

Particolarmente importanti furono le innovazioni architettoniche:

  • pipelining (che consentiva l’esecuzione simultanea di più istruzioni del computer in diverse parti della macchina),
  • lookahead (recupero e decodifica fino a sei istruzioni prima che fossero necessarie, per iniziare subito),
  • multiprogrammazione (esecuzione di più di un’applicazione alla volta) e correzione errori (con la macchina che diagnostica e corregge i propri guasti).

STRETCH era il sistema elettronico più complesso mai progettato dopo l’ELEA, e in effetti fu il ​​primo a utilizzare un computer precedente (IBM 704) per la progettazione. Ma fallì il suo obiettivo principale di essere 200 o anche 100 volte più veloce della concorrenza. Solo altri sette STRETCH furono costruiti dopo quello che andò a Los Alamos, tutte ad agenzie governative (come il Servizio meteorologico per tracciare il percorso delle tempeste) o appaltatori governativi (come il MITRE). Una macchina appositamente modificata chiamata “Harvest” fu stata venduta alla National Security Agency (NSA) per lavori di codebreaking.

Molte delle innovazioni di STRETCH sono state utilizzate nei successivi computer IBM come 7090 e System / 360). Queste idee sono state anche fonte d’ispirazione per molti computer non IBM e molte delle funzioni simili a STRETCH sono scomparse per un po ‘prima di apparire in altri computer di grandi dimensioni. Furono successivamente incorporate nei più moderni microprocessori, che ora sono abbastanza grandi da fare su un singolo chip ciò che STRETCH ha fatto nel 1960.

Via Computer History Museum

Copy link
Powered by Social Snap